Mary e… la Vacanza che Cambia la Vita

Il tema del viaggio che cambia la vita è da sempre uno dei più esplorati del cinema, anche d’animazione: una vacanza o un trasferimento possono rivelarsi esperienze che trasformano letteralmente un personaggio.

In Mary e il Fiore della Strega, la piccola protagonista viene “spedita” dai genitori nella casa di campagna dell’anziana prozia, dove passerà dall’iniziale noia a un vero e proprio turbinio di avventure che la porteranno in un luogo favoloso, carico di misteri, che si tradurranno in diversi colpi di scena per lo spettatore e in un percorso di crescita per lei.

Lo Studio Ponoc, autore di questo nuovo capolavoro animato che segue le orme dei lavori dello Studio Ghibli, ha seguito fedelmente la trama del libro che racconta la storia di Mary, ma allo stesso tempo ha sottolineato il legame dell’opera con una tradizione cinematografica che discende dal leggendario Mago di Oz (1939).

I genitori lontani sono un elemento narrativo ricorrente nell’animazione giapponese, dove spesso bambini e ragazzi vivono temporaneamente da soli o si ritrovano ad affrontare esperienze di vita con le loro sole forze. Mary, che corre come un tornado, ha una prozia che la vede solo entrare e uscire di casa in velocità. All’inizio sembra una presenza marginale, ma si rivelerà importante e, senza svelare troppo, a conoscenza di insospettabili segreti.

Ci sono poi personaggi nuovi che entrano a far parte della vita di Mary nel corso della sua “vacanza”: i gatti Tib e Gib, quasi indistinguibili e inseparabili, ma soprattutto c’è Peter, un ragazzino che diventerà compagno e complice della giovane protagonista.

Ad ogni modo, Mary dovrà cavarsela da sola, dovrà imparare a usare la scopa volante, dal carattere burrascoso, che l’accompagnerà nelle sue avventure e finirà in un luogo incantato, all’apparenza fantastico e stimolante ma che nasconde un oscuro mistero…

Un vero e proprio viaggio, dunque, così come abbiamo visto in tanti altri film animati in cui la vita di tutti i giorni si tramuta in una vacanza avventurosa: come dimenticare la “strana coppia” di Up, formata da un paffuto scout e dal nonno brontolone, o dalla esilarante sequela di pasticci di In viaggio con Pippo,  che porta padre e figlio a conoscersi davvero?

Anche per Mary il viaggio al di là delle nuvole sarà una fonte di nuove scoperte e l’acquisizione di maggiore consapevolezza di sé. Lo spettatore si ritroverà a partecipare e a guardare con gli stessi occhi sorpresi e meravigliati il mondo magico che spalanca le sue porte per lei. Al tempo stesso, però, non mancheranno insidie, doppi giochi e pericolose situazioni dalle quali uscire con astuzia e un pizzico di magia: gli ingredienti migliori per uno spettacolo indimenticabile.

Se anche tu vuoi viaggiare sulle ali della fantasia, per un’incredibile esperienza nel mondo favoloso dell’animazione giapponese, prenota il tuo biglietto e non perdere al cinema Mary e il Fiore della Strega, che ti aspetta dal 14 a l 20 giugno nelle migliori sale d’Italia!

2018-06-11T14:58:52+00:00
EVENTO SPECIALE AL CINEMA DAL 14 AL 20 GIUGNO
EVENTO SPECIALE AL CINEMA
 DAL 14 AL 20 GIUGNO